Non si smette mai di imparare dall’Ac - diocesi di Susa

Ho partecipato al mio primo campo ACR quando avevo sei anni. Da allora non ne ho saltato nessuno e quest’anno non vedo l’ora di partire per il mio settimo campo! Negli anni ho anche convinto molti miei compagni ed amici a partecipare e tutti sono rimasti felici dell’esperienza.
All’Acr mi sono sempre divertita molto, sia per gli amici che venivano con me sia per i giochi che facevamo ogni sabato. Inoltre ho trovato importanti momenti di riflessione: i molti discorsi affrontati insieme (ad esempio quello sul bullismo) mi hanno fatto crescere, mi hanno insegnato a tenere gli occhi sempre aperti e ad approcciarmi con le persone in modo diverso. Ad accompagnarmi ci sono stati degli educatori che mi hanno sempre aiutata, anche quando loro erano in difficoltà.
In alcune occasioni, all’Acr, sono venuti dei testimoni che ci hanno raccontato le loro storie e ci hanno fornito informazioni su molti argomenti. Ricordo l’incontro con l'ex Presidente diocesano dell’Ac di Susa in cui ho capito che non c’è età per restare nell’Azione cattolica: non si finisce per forza alle medie, ma si va avanti fino agli adulti!
In questi sei anni di Acr sono cresciuta, forse un po’ troppo, però non lo sarò mai abbastanza per smettere d’imparare da questa esperienza.

Maddalena

Maddalena
Maddalena
Maddalena
Maddalena